RIMANIAMO UNITI NELLA SOLIDARIETA' 

CON CHI STENTA MAGGIORMENTE IN QUESTI GIORNI A CAMMINARE

Puoi fare un'offerta all'Associazione Il Samaritano,

specificando nella causale "offerta emergenza coronavirus".

Questo l'IBAN : IT67I0311181500000000002120

                                                              

3 settimana : Traccia per la preghiera in famiglia

 

NOI UNA CHIESA….      DAL CUORE GRANDE

  1. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

Mentre si accende la   candela della corona d’Avvento

Un genitore : «I ciechi riacquistano la vista, (…) ai poveri è annunciato il Vangelo». Guardando a te, Signore Gesù, scopriamo che Dio è un Padre che agisce sempre e solo a favore delle persone. Sei tu, Signore, che doni speranza alla nostra vita e alla Chiesa. Tu sei colui che ci infonde coraggio

Questa terza candela che ora accendiamo illumini il nostro cammino verso il Natale! È la LUCE DEL CUORE GRANDE, la fiamma della gioia che offriamo e riceviamo: la gioia che vediamo fiorire nel sorriso di un amico, nel volto di un anziano, nelle parole di un nuovo arrivato. È la gioia che riceviamo da chi ci accoglie, ci aiuta e ci perdona.

Vieni, Signore Gesù, tu sei la luce del mondo! Tu sei la nostra salvezza!

Tutti: Vieni, Signore Gesù, tu sei la luce del mondo! Tu sei la nostra salvezza!

Un genitore:

+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Giovanni, che era in carcere, avendo sentito parlare delle opere del Cristo, per mezzo dei suoi discepoli mandò a dirgli: «Sei tu colui che deve venire o dobbiamo aspettare un altro?». Gesù rispose loro: «Andate e riferite a Giovanni ciò che udite e vedete: I ciechi riacquistano la vista, gli zoppi camminano, i lebbrosi sono purificati, i sordi odono, i morti risuscitano, ai poveri è annunciato il Vangelo. E beato è colui che non trova in me motivo di scandalo!».
Mentre quelli se ne andavano, Gesù si mise a parlare di Giovanni alle folle: «Che cosa siete andati a vedere nel deserto? Una canna sbattuta dal vento? Allora, che cosa siete andati a vedere? Un uomo vestito con abiti di lusso? Ecco, quelli che vestono abiti di lusso stanno nei palazzi dei re! Ebbene, che cosa siete andati a vedere? Un profeta? Sì, io vi dico, anzi, più che un profeta. Egli è colui del quale sta scritto: “Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero, davanti a te egli preparerà la tua via”.
In verità io vi dico: fra i nati da donna non è sorto alcuno più grande di Giovanni il Battista; ma il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui».

La parola a Papa Francesco

«Bisogna accompagnare con misericordia e pazienza le possibili tappe di crescita delle persone che si vanno costruendo giorno per giorno… Un piccolo passo, in mezzo a grandi limiti umani, può essere più gradito a Dio della vita esteriormente corretta di chi trascorre i suoi giorni senza fronteggiare importanti difficoltà. A tutti deve giungere la consolazione e lo stimolo dell’amore salvifico di Dio, che opera misteriosamente in ogni persona, al di là dei suoi difetti e delle sue cadute». (E.G. 44)

Dalla Parola alla vita

A volte ci chiediamo: “Come agisce Dio? Come fare per scoprire come agisce Dio?

Noi cristiani troviamo le risposte nel Vangelo e, guardando a cosa ha detto e ha fatto Gesù, scopriamo delle belle sorprese!

Guardando a Lui, scopriamo che Dio agisce sempre e solo a favore delle persone, è un Dio giusto che non lascia spazio alla vendetta.

Se ci lasciamo attraversare da questa certezza, nel  nostro cuore nasce la gioia, che ci fa dire: grazie! Essere Chiesa è gioire per l’amore che Gesù ci dona.

 Preghiamo

Uno dei figli  legge la  preghiera per aiutare i presenti ad interiorizzare l’immagine e il messaggio di questa domenica.

Signore Gesù, Ti ringraziamo perché attraverso le grandi cose che hai fatto per noi, possiamo scoprire il Tuo Amore immenso, e di questo gioiamo! Aiutaci a vedere i segni del tuo amore nella nostra vita;

Rendici capaci di trasmettere la gioia che tu ci doni a chi incontriamo ogni giorno e a perdonare senza riserve chi ci ha ferito. Amen

Il cortometraggio  

NON RISPONDERE AL MALE CON IL MALE ... https://www.youtube.com/watch?v=Ve0jbEYl3wI

OGNI GIORNO A TAVOLA

Padre buono, Tu ci ami tanto e sempre…  e anche nella nostra famiglia cerchiamo di volerci bene. Grazie per la gioia di essere attorno a questa tavola. Fa’ che in nessuna famiglia manchi il pane quotidiano frutto del tuo amore. Amen!

L’ ANGOLO DEI BAMBINI

Sapendo che a numero  uguale corrisponde lettera uguale, scopro cosa vuole dirmi:

 

“Capaci di  _  _  _  _  _   _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _  _ 

                   3   11  1      2    1     9    12  7    9    10   2    1     8    2    3    12   4    1 

1-E   2-R   3-A   4-D   5-B   6-M   7-C   8-G   9-U   10-O  11 -V  12 - N

      

Mi impegno a ….     a condividere la gioia di chi è accanto a me.

IN PARROCCHIA

ADORAZIONE INDIVIDUALE nella Cappella del Santissimo, ogni giorno feriale  dalle ore 08 alle 12.00 e dalle 15.30 alle 17.30 

 

NOVENA di NATALE

Lunedì 16 – Martedì 24 dicembre 2019

feriali:  ore 6.30  e ore 18.30

                ore 17.15 (per i bambini dell’iniziazione cristiana)

festivi : ore 6.30 -9.00(Trinità) -10.00 -11.30 - 18.00

AVVENTO DI FRATERNITA'

Nel corridoio della navata centrale della Chiesa Parrocchiale sono stati collocati   un grande salvadanaio ed un contenitore per raccogliere offerte in denaro e beni di prima necessità per chi vive in ristrettezze economiche.

Le offerte andranno ad alimentare il FONDO PER I POVERI, frutto della colletta della Giornata dei Poveri

Comunicazioni

Festa Madonna dell'ITRIA

FESTA ITRIA 2020 Polistena

La libertà non ha pizzo.

la liberta non ha pizzo

Messaggio del Parroco per la ripresa delle celebrazioni liturgiche alla presenza del popolo

CANALE YOUTUBE

youtube duomopol

Emergenza corona virus - Servizio di assistenza gratuita agli anziani

Locandina azioni di solidarietaa 2

 

Notizia da AGENSIR

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.