Gen 16, 2023
In evidenza

Incontro del nostro Vescovo con i genitori dei bambini dell’iniziazione cristiana

“La famiglia alla luce del Sinodo diocesano”:  su questo tema di viva attualità è’ stato il Vescovo della nostra Diocesi, Mons. Francesco Milito, a tenere l’incontro mensile rivolto ai genitori dei bambini dell’iniziazione cristiana  della nostra Parrocchia.

Dopo il saluto del nostro Parroco, don Pino Demasi, il Vescovo ha preso la parola  ringraziando, innanzitutto, ed incoraggiando i genitori che gremivano il duomo, per la disponibilità a “mettersi in cammino” con i loro figli; e dopo aver presentato a grandi linee il “libro del Sinodo diocesano”, è entrato nel vivo del discorso.

Ha sottolineato innanzitutto il fatto che, senza tralasciare di indicare tensioni e contraddizioni presenti nel contesto della Piana di Gioia Tauro, il Sinodo, che ha visto coinvolta l’intera comunità diocesana in tutte le sue componenti dal  febbraio 2020 al 7 dicembre 2022, ha inteso mettere soprattutto in risalto  le enormi ricchezze umane e spirituali della famiglia.

Richiamando l’esortazione apostolica post-sinodale Amoris Laetitia, il Vescovo ha presentato, poi, il matrimonio come una risposta ad una chiamata e come un cammino dinamico di crescita e di realizzazione e non come un peso da sopportare per tutta la vita.

Da qui l’importanza di una preparazione seria al matrimonio, secondo le indicazioni del recente documento del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita dal titolo “Itinerari catecumenali per la vita matrimoniale”.

Ha parlato quindi della famiglia come “luogo teologico”, dove Dio è presente e continua ad operare la salvezza.

Da qui  l’importanza e la necessità per gli sposi cristiani di porre  Gesù al centro della vita di famiglia, imparando da Lui l’arte dell’amore fedele, umile, generativo di pace, ascoltando e accogliendo Gesù in casa per fare della casa un cenacolo e della mensa di casa un banchetto eucaristico.

Il Vescovo  ha sottolineato  quindi l’importanza per i genitori della trasmissione della fede, narrando innanzitutto l’opera che Dio ha compiuto nella  loro vita.

La fede è dono di Dio, ed  i genitori sono strumento di Dio per la sua maturazione e il suo sviluppo.

È importante pertanto che i genitori vivano l’esperienza reale di avere fiducia in Dio, di cercarlo, di averne bisogno,

La famiglia deve continuare ad essere il luogo dove si insegna a cogliere le ragioni e la bellezza della fede, a pregare e a servire il prossimo.

L’incontro si è concluso quindi con un dialogo proficuo tra il Vescovo e l’assemblea e con l’augurio da parte del Vescovo di fare di ogni famiglia un “sinodo”, un “camminare insieme”.

Comunicazioni

CATECHESI PER GIOVANI E ADULTI

FESTA ITRIA 2020 Polistena

GIORNATA PER LA VITA 2023

Antonio Napoli diacono

Community HUB

AVVENTO preghiamo in famiglia

📣 COMMUNITY HUB 📣
• Spazi di comunità •

Il Centro Polifunzionale Padre Pino Puglisi continua a mantenere le proprie porte aperte per la Didattica a Distanza di bambini e ragazzi di tutte le scuole di ogni ordine e grado.

Non lasciamo indietro nessuno.
Offriamo gratuitamente gli spazi sanificati del Centro e l'accompagnamento da parte degli operatori volontari del Servizio Civile Universale.
È così che il Centro traduce in senso pieno la restituzione alla collettività dei beni confiscati alle mafie.
Da beni di pochi al bene per molti.

Per info contattare
il numero 0966 472874:
- telefonicamente dalle 09.00 alle 11.00;
- whatsapp dalle 09.00 / 11.00 e 15.00 / 17.00;

La libertà non ha pizzo.

la liberta non ha pizzo

CANALE YOUTUBE

youtube duomopol

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

06 Febbraio 2023

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Chiesa della Trinità

 

Sabato e prefestivi : ore  20.00

Festivi : ore  09.00

 

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Chiesa Matrice Santa Marina Vergine

Feriali:           ore 07.30  - 18.00

Sabato e  prefestivi:  ore 7.30 - 18.00

Festivi :          ore 07.30  - 10.00  - 11.30  - 18.00

 



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.