«Un Paese che distrugge la sua scuola non lo fa mai solo per

soldi, perché le risorse mancano,

o i costi sono eccessivi.

Un Paese che demolisce l’istruzione è già governato da quelli

che dalla diffusione del sapere

hanno solo da perdere»

                                                                                                                                                                                                                                    (Italo Calvino)


                                                              

Giovedì, 12 Settembre 2019 09:17

Carissimi Studenti,
all’inizio del nuovo anno scolastico, giunga a tutti voi il mio saluto ed unitamente al mio saluto una breve pista di riflessione che vi accompagni durante il nuovo anno.

Domenica, 08 Settembre 2019 20:02

“Chi siamo noi?” e “Chi sono per noi gli altri?”.

Dal 2 al 6 settembre scorso queste due domande ci hanno guidato e accompagnato in un'esperienza fondamentale per la nostra vita, all'insegna della formazione e del servizio.

Sabato, 07 Settembre 2019 07:59

Bando per la selezione di n. 10 volontari da impiegare nel progetto di Servizio Civile Universale  “Accanto alle donne” presso la Parrocchia Santa Marina vergine di Polistena.

Comunicazioni

DAL 2 OTTOBRE IL CORSO DI PREPARAZIONE AL MATRIMONIO

Leggi tutto...

Visita Pastorale di Mons. Francesco Milito

Visita pastorale Polistena 2019

Pianeta terra: La nostra casa comune

sciopero 27 settembre 2019 ambiente polistena

Servizio Civile Universale 2019 - Bando e Allegati

bando servizio civile Polistena 2019

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.