News - Parrocchia Santa Marina Vergine - Duomo di Polistena

Con il  mandato agli educatori, Martedì 25, nella nostra Chiesa parrocchiale, è stato dato il via ufficiale alla trentunesima edizione dell'Estate Ragazzi, progetto educativo-formativo organizzato dalla nostra Parrocchia.

Il nostro Parroco incontra una delegazione della CGIL di Torino.

Un'altra importante iniziativa ha animato, nei mesi scorsi, le giornate e le attività del Centro di Aggregazione Giovanile “Luigi Marafioti”.

ESTATE RAGAZZI 2019
Si parte!

Ieri, in piazza Peppe Valarioti e custoditi dalla bellezza del Centro Polifunzionale Padre Pino Puglisi, i bambini e le bambine del Centro di Aggregazione Giovanile “Luigi Marafioti”, aiutati dai volontari del Servizio Civile della nostra Parrocchia, hanno fatto memoria di Peppino Impastato e Aldo Moro assassinati il 9 maggio 1978.

Non vorrei urtare la suscettibilità di alcuno, né essere tacciato di piaggeria, se pubblicamente intendo rivolgere il mio saluto ed esprimere il mio ringraziamento al Prefetto Michele Di Bari, che sta per lasciare la nostra città per un nuovo prestigioso incarico. Intendo compiere questo doveroso gesto a nome mio personale di cittadino e di sacerdote, ma anche a nome di uno spezzone di “società civile” impegnato nel volontariato e nella lotta alle mafie.

Pagina 1 di 39

Comunicazioni

Festeggiamenti Santa Marina Vergine - Patrona della Città

SANTA MARINA Festa 2019

Libero Cinema in Libera Terra 2019

Libero Cinema in Libera Terra

Festeggiamenti Maria SS. dell'Itria

Maria SS Itria Polistena

Notizia da AGENSIR

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Chiesa della Trinità

Sabato e prefestivi:

 ore 21.00

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Chiesa Matrice Santa Marina Vergine

Feriali:           ore 07.30 

Prefestivi :     ore 19.00

Festivi :          ore 07.00  - 09.30 - 11.30 - 19.30



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.