Dic 22, 2020
In evidenza

A Natale, a tavola con i poveri…distanti, ma uniti.

A Natale a tavola con i poveri…distanti, ma uniti. E’ questo il titolo dell’iniziativa che sostituisce quest’anno l’ultradecennale Pranzo di Natale che la nostra comunità parrocchiale  era solita organizzare all’interno della Chiesa della Santissima Trinità.

 

A causa delle norme relative al contenimento del Covid, mancheranno le lunghe tavolate all’interno della Chiesa, ma gli ultimi, gli anziani soli, le famiglie in difficoltà non saranno abbandonati. 

La Parrocchia ha infatti proposto un gemellaggio tra famiglie. Le famiglie che sono in condizione di farlo sono state   invitate  a preparare il pranzo anche per una famiglia povera.

La risposta non si è fatta attendere. Tantissime le adesioni. E così giorno di Natale alle 12.30 i giovani della Parrocchia che fanno capo a Il Samaritano e al Centro Polifunzionale Padre Pino Puglisi si recheranno  nelle abitazioni delle famiglie che hanno aderito all’iniziativa per prendere il pranzo e portarlo alle famiglie beneficiarie. Un gesto molto bello anche questa disponibilità dei ragazzi, a dimostrare che siamo tutti sulla stessa barca e l'unione fa la forza.

Una vera gara di solidarietà, dunque, che permetterà di distribuire di fatto 150 pranzi completi.

Ma non tutto finisce qui. Le famiglie che non sono riuscite ad inserirsi in questa iniziativa e tantissime altre famiglie non si sono dimenticati in occasione di  questo giorno particolare dei poveri, nostri amici per tutto l’anno. Alimenti di prima necessità, giocattoli per i bambini, offerte in denaro…quotidianamente vengono consegnate in Parrocchia o a Il Samaritano.  Il tutto a favore di chi stenta a camminare.

Un grande esercizio di solidarietà che traduce in pieno le parole di Papa Francesco durante l'Angelus di domenica 20 dicembre: “In questo tempo difficile, anziché lamentarci di quello che la pandemia ci impedisce di fare, facciamo qualcosa per chi ha di meno: non l’ennesimo regalo per noi e per i nostri amici, ma per un bisognoso a cui nessuno pensa!”

Ancora una volta Polistena sta mostrando il suo straordinario volto di città solidale, che intende testimoniare in modo autentico la convivialità delle differenze e di prossimità nei confronti soprattutto di chi è maggiormente in difficoltà.

E' il “noi” che vince mettendo insieme le forze e l'essere umano al centro dell'agire quotidiano. E tutto questo si inquadra in un impegno che dura 365 giorni e ci riconcilia con quello che è il messaggio autentico del Natale.

Comunicazioni

Marcia della Pace 2021

marcia della pace 2021

TIMETOCARE E' tempo di aver cura.

Graduatoria Curriculum Vitae Progetto Time To Care banner

 

La libertà non ha pizzo.

la liberta non ha pizzo

CANALE YOUTUBE

youtube duomopol

Emergenza coronavirus - Continua il Servizio di assistenza gratuita a chi si trova in difficoltà

Locandina azioni di solidarietaa 2

 

Notizia da AGENSIR

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Chiesa della Trinità

Sabato e prefestivi : ore  20.00

 

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Chiesa Matrice Santa Marina Vergine

Feriali:           ore 07.30  - 18.00

Sabato e  prefestivi:  ore 7.30 - 18.00

Festivi :          ore 07.30  - 09.00 - 10.00 - 11.30  - 18.00

 La messa delle 11.30 sarà trasmessa in diretta sulle pagine FB e sul canale Youtube "Parrocchia Santa Marina vergine- Duomo di Polistena"



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.