Giu 24, 2014

Al via a Polistena "E!state Liberi" - campi antimafia di LIBERA dedicati quest’anno ad Andrea Rocchelli

Il 16 giugno hanno preso il via  i  campi di “E!state Liberi!”, che offriranno ininterrottamente, fino alla prima settimana di settembre, opportunità di conoscenza, confronto e scambio a oltre 300 volontari, tra singoli e gruppi organizzati. Un modo per costruire rapporti di reciprocità tra Nord e Sud dell'Italia sul tema dell'impegno antimafia. Si tratta di giovani – per lo più studenti –, ma anche di adulti provenienti da varie zone d'Italia (in modo massiccio, dal Trentino Alto Adige, dalla Lombardia, dall'Emilia Romagna, dalla Toscana e dalla Puglia).

La proposta è di LIBERA – Coordinamento Piana di Gioia Tauro e vede coinvolta in prima linea la Valle del Marro – Libera Terra, la cooperativa sociale di LIBERA impegnata sin dal 2005 nella coltivazione di terreni confiscati in diversi Comuni della Piana.

Ma i campi di “E!state Liberi!” a Polistena sono resi possibili grazie al sostegno della nostra Parrocchia con tutte le sue realtà, dell'Associazione “Il Samaritano”, del Comune di Polistena, di Unicoop Firenze con la sua Fondazione “Il Cuore si scioglie onlus”. Anche quest'anno, per tutto il mese di luglio, l'iniziativa “E!state Liberi 2014” registrerà a Polistena la partecipazione dello SPI-CGIL Nazionale, della Calabria, del Piemonte e della Lombardia e della FLAI-CGIL Nazionale e calabrese, nonché della CGIL Calabria e della CGIL Lombardia.

I volontari, scaglionati in gruppi, parteciperanno ad un'esperienza multiforme, capace di corrodere la mentalità mafiosa. Sui beni che una volta erano strumento e simbolo del potere ndranghetista e del suo modo di soggiogare il territorio, i giovani diventeranno "protagonisti" con il loro essere informati e consapevoli, con il loro “mettersi in gioco” attraverso un impegno concreto di responsabilità e condivisione. 

L'attività dei campi di volontariato si svolge, infatti, su vari momenti, tra i quali spicca l'attività formativa, basata soprattutto su testimonianze di vita vissuta, su testimonianze d'impegno professionale, su esempi di fiducia nel cambiamento. I volontari incontreranno e si confronteranno con magistrati e rappresentanti delle Forze dell'ordine, con familiari delle vittime di mafia, con giornalisti e scrittori, con testimoni di giustizia, con gli operatori di Emergency e con rappresentanti del sindacato. Tutte le attività formative si svolgeranno presso il centro polifunzionale Pino Puglisi, il palazzo confiscato assegnato alla nostra Parrocchia e trasformato in una infrastruttura sociale grazie al Progetto LiberaMente Insieme.

I mercoledì sera saranno dedicati alla proiezione di film di sensibilizzazione, in uno spazio aperto altamente significativo, come piazza Valarioti - vittima di mafia. Il 24 luglio, eccezionalmente di giovedì, la proiezione del film “La mafia uccide solo d'estate” sarà realizzata dalla troupe di Cinemovel Foundation nell'ambito dell'iniziativa nazionale “Libero Cinema in Libera Terra” che, con dibattiti e testimonianze, porta il cinema itinerante nei beni confiscati alle mafie e restituite alla legalità.

La settimana tipo del campo di volontariato si conclude con due giornate dedicate all'escursionismo: in particolare, ogni sabato i gruppi saranno accompagnati da agenti del Corpo forestale dello Stato per la conoscenza del territorio montano della Piana e delle connesse attività istituzionali svolte dal Corpo forestale, nella tutela del patrimonio naturale e paesaggistico e nella prevenzione e repressione dei reati in materia ambientale.

I campi di volontariato sui beni confiscati” ha dichiarato il nostro Parroco don Pino Demasi, referente di LIBERA, “sono un modo per trasformare la vacanza in un "esserci" con autenticità e determinazione. I volontari di Libera puntano ad essere cittadini attraverso la pratica delle quattro C: la conoscenza, la concretezza, la continuità e la corresponsabilità. Una cittadinanza che genera bene comune anche attraverso il dovere della memoria, vera spina dorsale di ogni impegno.

Non solo in ogni campo si ricorderanno le vittime innocenti della violenza mafiosa, attraverso la voce dei loro stessi familiari; ma l'edizione di quest'anno a Polistena sarà dedicata alla memoria del giovane fotoreporter italiano Andrea Rocchelli, ucciso in Ucraina il 24 maggio scorso. Qualche anno fa,  fu nostro ospite e documentò, con grande sensibilità e senso di partecipazione, l'attività di Libera sul territorio e la situazione degli immigrati”.

Comunicazioni

Agnese Moro incontra i nostri giovanissimi e giovani

Mercoledì 25 aprile alle ore 19.30 , nei locali del Centro di aggregazione Luigi Marafioti

Leggi tutto...

Tutti x Tutti - Incontro formativo

Sovvenire Polistena

Notizia da AGENSIR

Festa Maria SS.ma della Catena

MADONNA CATENA 2018 min

Servizio Civile 2017 - Bando e Allegati

servizio civile 2017 parrocchia sm vergine polistena

8xmille

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Giorni Festivi

ore 09.00

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Feriali e Prefestivi:
ore 7:15 - 19.00

Giorni Festivi Mattina:
ore 7:00 - 10.00 - 11.30

Giorni Festivi Pomeriggio:
19.00

 
 



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.