Gen 30, 2017

Ancora una volta Piazza Vara si è colorata di Pace

“Dipingi le piazze di Pace”, l’iniziativa  che le fraternità della Gi.Fra d’Italia realizzano ogni anno per  dare sostegno  al messaggio del Papa per la Giornata della Pace del 1 gennaio, quest’anno  per il comprensorio della Diocesi di Oppido- Palmi, è stata realizzata a Polistena.

Su suggerimento del nostro Parroco, l’iniziativa  è sta rivolta in modo particolare ai giovani della notte della movida polistenese e realizzata,in collaborazione con la nostra Parrocchia e con i nostri ragazzi di Libera, in quella stessa Piazza dove da 29 anni il 1 gennaio trionfano i colori della Pace.

L’iniziativa è riuscita sia nei contenuti   e sia nelle modalità. Nei contenuti: le  esecuzioni di brani tematici sulla pace da parte dei  Saving Rock, gruppo musicale composto anche da frati francescani; le testimonianze dei ragazzi della Gi.Fra e del loro assistente  P. Luigi e degli altri frati, del nostro Samuele, di  Jean, infermiere di Emergency hanno  trasmesso alle centinaia di ragazzi  presenti un messaggio chiaro: No a tutte le guerre di ieri e di oggi, no alle armi, no agli eserciti. Si alla pace  e alla  nonviolenza come  stile caratteristico delle nostre azioni, delle relazioni, della politica, della vita delle nostre città. Riuscitissima la serata anche nelle modalità di  svolgimento . I frati ed i ragazzi della Gi.Fra sono stati bravissimi nel coinvolgere i presenti. Una piazza  piena di giovani che ballavano e cantavano la pace è stato davvero uno spettacolo entusiasmante che ha lasciato il segno nei partecipanti ed in tutta la città.

Comunicazioni

Scarica l'opuscolo per la Quaresima 2018

Quaresima 2018

Servizio Civile 2017 - Bando e Allegati

servizio civile 2017 parrocchia sm vergine polistena

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Giorni Festivi

ore 09.00

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Feriali e Prefestivi:
ore 7:15 - 18.00

Giorni Festivi Mattina:
ore 7:00 - 10.00 - 11.30

Giorni Festivi Pomeriggio:
18.00

 
 



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.