Stampa questa pagina
Dic 10, 2014

Intitolato al preside Luigi Marafioti il Centro di aggregazione giovanile

Il 10 dicembre del 2003 veniva a mancare  improvvisamente, dopo una breve e dura malattia, il preside Luigi Marafioti.

A 11 anni dalla sua scomparsa la “sua “ e nostra Parrocchia ha inteso  ricordarlo con l’intento di  trasmettere alle nuove generazioni, soprattutto a coloro che non lo hanno  conosciuto, la testimonianza di un credente autentico, che si è sforzato, come si legge nei  suoi  scritti, di essere “sale  e lievito, segno e strumento di vita nuova per noi e per gli altri”.

Dopo la Santa Messa celebrata dal nostro Parroco, ci si è recati al Centro Polifunzionale Padre Pino Puglisi, il palazzo confiscato di via Catena, dove, alla presenza delle massime autorità cittadine si è svolta la cerimonia di intitolazione al Preside Marafioti del Centro di aggregazione giovanile della Parrocchia.

Dopo il saluto del nostro Parroco e del Sindaco della città, Antonio Napoli della Cooperativa Valle del Marro ed il preside dell’ITIS, Franco Mileto hanno presentato la figura poliedrica del Preside. Ha preso quindi la parola la moglie del defunto Preside, la Signora Graziella che ha voluto rivelare alcuni episodi inediti della vita del marito. Insieme al figlio Domenico ha scoperto poi la vetrata con il logo del Centro di aggregazione, realizzato dallo studio Lamorfalab ed apprezzato da tutti i presenti.

Gigi-Marafioti

Con l’intitolazione del Centro giovanile, la Parrocchia ha inteso  esprimere la gratitudine di tutta la comunità ecclesiale ad una delle figure più significative  del laicato cattolico degli ultimi decenni. Ha voluto  rendere omaggio soprattutto alle tante battaglie che il preside Marafioti ha  affrontato in nome del Vangelo e della dignità dell’uomo, in particolare  a favore dei giovani del nostro territorio.

Nello stesso tempo con questo gesto, la Parrocchia ha inteso raccogliere il testimone che Gigi (così affettuosamente veniva chiamato) ci ha lasciato, continuando a lavorare a favore d ei giovani con il suo stesso senso di dedizione, di disponibilità, di generosità e di gratuità.

A partire proprio da quel palazzo, da dove con gesto coraggioso è andato via con i suoi alunni e dove oggi volentieri  sarebbe tornato per  abitarlo insieme ai tanti nostri ragazzi come luogo di vita e non più di morte.

Logo-Centro-Aggregazione-Giovanile-Luigi-Marafioti