Visualizza articoli per tag: CEI - Parrocchia Santa Marina Vergine - Duomo di Polistena

"Non perdiamo di vista l’urgenza di riaffermare" la dignità "della vita umana" attraverso "la qualità del lavoro 'libero, creativo, partecipativo e solidale'". È l’appello di Papa Francesco che, in occasione del 20° del Progetto Policaro promosso dalla Cei, lunedì 14 dicembre ha ricevuto in udienza vescovi, coordinatori  nazionali, incaricati diocesani, animatori, formatori e giovani coinvolti nell’iniziativa, frutto del Convegno ecclesiale di Palermo.

Pubblicato in 2015

Auguri don Ciccio! Buon cammino sui sentieri dei poveri! 

Papa Francesco ha accolto la rinuncia al governo pastorale della diocesi di Cassano all’Jonio presentata da monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Conferenza episcopale italiana, e ha nominato vescovo della diocesi calabrese monsignor Francesco Savino, dell’arcidiocesi di Bari-Bitonto.

Pubblicato in 2015


Il Santo Padre, Francesco, ha nominato S.E.R. monsignor Nunzio Galantino, vescovo della Diocesi di Cassano all’Jonio, segretario generale “ad interim” della Conferenza Episcopale Italiana con decreto datato 28 dicembre 2013. Solo qualche mese fa, era il 9 maggio 2013, mons. Galantino è stato accolto nella nostra comunità per i 25 anni de Il Samaritano

Pubblicato in 2013

Comunicazioni

Presentazione del Libro di Roberto Di Bella - Liberi di Scegliere - Rizzoli Editore

presentazione libro LIBERI DI SCEGLIERE

Servizio Civile Universale 2019 - Bando e Allegati

bando servizio civile Polistena 2019

Notizia da AGENSIR

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Chiesa della Trinità

Festivi :          ore 09.00

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Chiesa Matrice Santa Marina Vergine

Feriali:           ore 07.30  - 18.00

Prefestivi :     ore 18.00

Festivi :          ore 07.00  - 10.00 - 11.30 - 18.00



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.