Visualizza articoli per tag: Maria Santissima della Catena - Parrocchia Santa Marina Vergine - Duomo di Polistena

Nel cuore dell’anno mariano diocesano, voluto fortemente dal Vescovo Milito, e  a ridosso del giorno centenario della prima  apparizione di Fatima, l’Associazione Apostolato Eucaristico Mariano, di concerto con la Parrocchia del Duomo cittadino, propone a Polistena una Missione Eucaristica Mariana.

Pubblicato in 2017

Vergine Santa, Tu che tutto puoi presso l’Altissimo, accogli le nostre preghiere: liberaci dalle tante catene che ci affliggono e ci rendono prigionieri a livello individuale e comunitario. Fà che le nostre contrade siano liberate dal flagello della ‘ndrangheta e che il cambiamento non tardi a venire. Purifica i cuori degli affiliati, dei collusi e dei conniventi; fà che la Chiesa usi misericordia senza compromessi, sia accogliente e giusta e annunzi con coraggio ciò che è Bene e ciò che è Male.

Pubblicato in 2017
Venerdì, 28 Aprile 2017 21:09

Il Mese di Maggio in Parrocchia

Parrocchia S. Marina V.  Duomo di Polistena - Maggio  2017 -  Anno mariano - CON MARIA, AMORIS LAETITIA, MADRE, MAESTRA E REGINA DI MISERICORDIA. 

Pubblicato in 2017

Comunicazioni

Cammino di iniziazione alla vita cristiana

Orario Incontri di catechesi

Leggi tutto...

DAL 3 OTTOBRE IL CORSO DI PREPARAZIONE AL MATRIMONIO

Leggi tutto...

Notizia da AGENSIR

Servizio Civile Universale 2018 - Bando e Allegati

servizio civile universale

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Giorni Festivi Mattina:
ore 9:00 

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Feriali e Prefestivi:
ore 7:15 - 18.30

Giorni Festivi Mattina:
ore 7:00 - 10.00 - 11.30

Giorni Festivi Pomeriggio:
18.30

 
 



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.