Visualizza articoli per tag: don Pino Demasi - Parrocchia Santa Marina Vergine - Duomo di Polistena

Carissimi Studenti,
all’inizio del nuovo anno scolastico, giunga a tutti voi il mio saluto ed unitamente al mio saluto una breve pista di riflessione che vi accompagni durante il nuovo anno.

Pubblicato in 2019
Domenica, 07 Ottobre 2018 21:45

CON IL SUD PRIMA E DOPO #CAMBIARECONCURA

In occasione del suo dodicesimo compleanno, la Fondazione con il Sud promuove l'evento "CON IL SUD PRIMA E DOPO. #cambiareconcura". La manifestazione è l’occasione per scoprire o conoscere da vicino particolari esperienze, organizzazioni, donne e uomini, che in Calabria stanno segnando una svolta concreta nell’approccio allo sviluppo.

Pubblicato in 2018

Carissimi studenti, all’inizio del nuovo anno scolastico, come da tradizione, intendo rivolgermi a tutti voi per un augurio davvero sincero di un anno scolastico proficuo per la vostra crescita individuale e per il bene di tutta la nostra comunità.

Pubblicato in 2018
Martedì, 10 Luglio 2018 19:23

Lettera aperta al Ministro Salvini

Benvenuto Ministro Salvini! Sì, Benvenuto!
E nessuno si scandalizzi che a darle il Benvenuto sia un cittadino di questo Paese, che l’altro giorno, unitamente a migliaia e migliaia di persone, ha indossato una maglietta rossa per dire innanzitutto No a lei.
Sì, Benvenuto in Terra Calabra!

Pubblicato in 2018

Sui terreni confiscati riprende il cammino dello Stato verso la sconfitta definitiva delle mafie.

Pubblicato in 2018

Il nostro Parroco don Pino Demasi, ha partecipato al Convegno di inaugurazione  della Chiesa costruita sul terreno confiscato ai Piromalli, svolgendo la relazione  sul tema  “L’intento profetico della Chiesa diocesana: l’opera di S.E. Mons. Luciano Bux”. Questo il testo della relazione:

Pubblicato in 2017

Carissimi studenti, all'inizio del nuovo anno scolastico desidero farvi giungere, anche quest’anno, il mio cordiale saluto ed il mio affettuoso augurio.

Pubblicato in 2017

Facendo tesoro della lezione di vita di Paolo Borsellino, uomo dello Stato ligio al dovere, bisogna abituarci a compiere tutti il proprio dovere, rispettando le regole, le persone e le cose, impegnandosi quotidianamente per il bene comune e per riempire di contenuti la democrazia, dicendo no all'omertà e al delegare, facendo tutti insieme antimafia vera.

Pubblicato in 2017

Nel giorno in cui il Papa si reca a pregare sulle tombe di don Milani e di don Mazzolari, il nostro Parroco ricorda i due "preti scomodi" sulle pagine de Il Quotidiano del Sud. Di seguito l'articolo del nostro Parroco su Il Quotidiano del Sud del 20 .06.2017 pp.1 e 37

Pubblicato in 2017

POLISTENA - La tappa di Polistena di Keep Clean and Run #pulisciecorri", l'eco-trail di 350 chilometri giunto alla terza edizione che sta attraversando dal Vesuvio all'Etna 4 Regioni del Sud Italia, don Pino Demasi, parroco del Duomo e referente di "Libera" per la Piana, l'ha voluta dedicare "alla ragazza dei Lo Giudice che si è suicidata perché probabilmente si è sentita rifiutata e sola nel suo sforzo di cambiare la sua vita".

Pubblicato in 2017
Pagina 1 di 3

Comunicazioni

DAL 2 OTTOBRE IL CORSO DI PREPARAZIONE AL MATRIMONIO

Leggi tutto...

Visita Pastorale di Mons. Francesco Milito

Visita pastorale Polistena 2019

Pianeta terra: La nostra casa comune

sciopero 27 settembre 2019 ambiente polistena

Servizio Civile Universale 2019 - Bando e Allegati

bando servizio civile Polistena 2019

Notizia da AGENSIR

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Chiesa della Trinità

Festivi :          ore 09.00

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Chiesa Matrice Santa Marina Vergine

Feriali:           ore 07.30  - 18.30

Prefestivi :     ore 18.30

Festivi :          ore 07.00  - 10.00 - 11.30 - 18.30



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.