Stampa questa pagina
Giu 18, 2015

A Polistena un'estate "consapevole" con i campi di Libera

Con E!state Liberi!, i campi di volontariato e formazione sui beni confiscati alle mafie,  ha già preso il via la grande campagna di partecipazione, promossa in varie Regioni dall'associazione LIBERA.

Saranno più di 300 i volontari che quest‘anno saranno presenti  a Polistena. I giovani saranno scaglionati in gruppi che si alterneranno in undici settimane: dal 15 giugno fino al 7 settembre. Ad ospitarli la cooperativa "Valle del Marro-Libera Terra": sarà l‘occasione, spiega il nostro Parroco e referente di Libera, don Pino Demasi, per coinvolgere studenti, giovani e adulti da tutt‘Italia, in "un‘esperienza unica d‘impegno civile su terreni  e beni che una volta appartenevano ai boss della ‘ndrangheta. Gruppi, espressione di Chiesa e di altre realtà, e singoli che ad un‘estate vacanziera e spensierata preferiscono un‘estate vissuta all‘insegna della corresponsabilità, della memoria e dell‘impegno contro le mafie e la corruzione". Nelle prossime settimane raggiungeranno Polistena  gruppi provenienti da Emilia Romagna, Toscana, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto, Liguria e Campania. I volontari parteciperanno a un‘esperienza multiforme, fatta di "condivisione del lavoro, studio, socialità, creatività". I campi di “E!state Liberi! 2015” sono resi possibili sul nostro territorio grazie anche al sostegno della  nostra Parrocchia: tutte le  realtà parrocchiali sono impegnati  infatti  il Lunedì sera, a turno, nel gestire l’accoglienza dei gruppi che  arrivano  ed inoltre sono i volontari della nostra Parrocchia a curarsi della preparazione  dei cibi.

“I campi di volontariato sui beni confiscati” ha dichiarato Domenico Fazzari, presidente della Valle del Marro – Libera Terra, “sono un modo per trasformare la vacanza in un "esserci" fatto di autenticità e determinazione. Sono un modo per costruire cittadinanza che genera bene comune e sano protagonismo nella lotta per il cambiamento”.

accontentarvi di una presenza decorativa alla domenica o nelle grandi circostanze”.