Ott 7, 2018

CON IL SUD PRIMA E DOPO #CAMBIARECONCURA

In occasione del suo dodicesimo compleanno, la Fondazione con il Sud promuove l'evento "CON IL SUD PRIMA E DOPO. #cambiareconcura". La manifestazione è l’occasione per scoprire o conoscere da vicino particolari esperienze, organizzazioni, donne e uomini, che in Calabria stanno segnando una svolta concreta nell’approccio allo sviluppo.

A guidarle, una chiara visione di futuro che, partendo dalla coesione sociale, si trasforma in realtà quotidiana, in percorso autonomo di cambiamento. Un viaggio dedicato soprattutto a chi ha voglia di conoscere e raccontare un pezzo di Italia in cui si sperimentano davvero una società e un’economia solidali, fuori dal pensiero unico e dalla retorica. Un viaggio che parte da Lamezia Terme e giunge nella Piana di Gioia Tauro e nella Locride, per vedere, ascoltare e incontrare questi segni tangibili di una rivoluzione silenziosa e lenta di rinnovamento del Sud, che sfida il potere mafioso ma anche la rassegnazione e l’attendismo. Una storia di un approccio nuovo alla “questione” meridionale, non episodico o eccezionale, che non è ancora raccontata nella sua interezza.


L’incontro pubblico si terrà sabato 13 ottobre a Polistena, presso il Centro Polifunzionale Padre Pino Puglisi.


La manifestazione prevede nelle giornate di giovedì 11 e venerdì 12 ottobre una serie di visite e incontri in luoghi e contesti significativi dell’impegno verso il cambiamento, rivolti a osservatori esterni (media nazionali e inviati della stampa estera). I giornalisti interessati possono scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

SABATO 13 OTTOBRE | ORE 11:00 - 13:00

Centro Polifunzionale Padre Pino Puglisi, Via Catena 47 - Polistena (Rc) 

Saluti
don Pino Demasi, Referente Centro Padre Pino Puglisi

Il coraggio di cambiare
Gianni Pensabene, Portavoce Forum Terzo Settore Calabria

L’impegno della Fondazione CON IL SUD in Calabria
Carlo Borgomeo, Presidente Fondazione CON IL SUD

Faccia a faccia
Giovanni Minoli con Nicola Gratteri, Procuratore della Repubblica di Catanzaro

Interventi di
Giorgio Righetti, Direttore Acri
Maurizio Mumolo, Direttore Forum Terzo Settore
Stefania Mancini, Vicepresidente Assifero e Presidente Fondazione Charlemagne
Marco Imperiale, Direttore Fondazione CON IL SUD

A seguire, le impressioni di chi, dall’esterno, ha potuto vedere e ascoltare le varie esperienze nei due giorni precedenti, in una logica di confronto e stimolo reciproco, per una maggiore sensibilizzazione e diffusione di buone pratiche tra l’opinione pubblica.

Comunicazioni

NATALE 2018

PROGRAMMA

Leggi tutto...

AVVENTO TERZA SETTIMANA

PER PREGARE IN FAMIGLIA

Leggi tutto...

Cammino di iniziazione alla vita cristiana

Orario Incontri di catechesi

Leggi tutto...

Notizia da AGENSIR

Servizio Civile Universale 2018 - Bando e Allegati

servizio civile universale

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Giorni Festivi Mattina:
ore 9:00 

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Chiesa Matrice Santa Marina Vergine

Novena di Natale  - Domenica 16 – Lunedì 24 dicembre

Feriali:        ore 6.30 - 18.30    ore 17.15 (Bambini iniziazione cristiana )           

Domenica    ore 6.30  - 10.00 - 11.30 - 18.00

Sabato 22 dicembre, al pomeriggio, unica Messa alle ore 18.00

Presiede il nostro Vescovo, S. E. Mons. Francesco Milito.

Nel corso della Messa il Seminarista Pasquale Ciano  sarà istituito LETTORE



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.