Lug 28, 2015

Fateci Spazio, a Polistena - World Camp 2015

Aperte le iscrizioni al World Camp, che si terrà dal 13 al 16 settembre a Polistena (RC). 50 posti disponibili per giovani, studenti e startupper che vogliono portare idee innovative per il riutilizzo di spazi abbandonati e beni confiscati alle mafie.

Due giorni per riempire un vuoto e farlo insieme sviluppando progetti di innovazione per il Sud d’Italia (e non solo).

La Fondazione Il Cuore si scioglie insieme alla cooperativa sociale Valle del Marro – Libera Terra organizza a Polistena, in provincia di Reggio Calabria, l’edizione 2015 del World Camp, appuntamento annuale che coinvolge giovani, studenti universitari e startupper in un’esperienza di progettazione condivisa.

Quest’anno il tema al centro dell’iniziativa è quello del riutilizzo dei beni confiscati alle mafie: come renderli degli spazi utili alla cittadinanza? In che modo un vuoto può tornare ad essere pieno grazie al coinvolgimento delle persone e all’ascolto dei loro bisogni?
“Fateci spazio!” chiama a raccolta tutti coloro che (in prima battuta giovani ma non solo) vogliono realizzare un progetto di sviluppo per il proprio territorio e tutte le realtà, associazioni ed imprese che in Italia hanno già fatto esperienza di riutilizzo di spazi abbandonati e che saranno a Polistena proprio per raccontare la propria storia.

“Fateci spazio!” si svolge lunedì 14 e martedì 15 settembre (domenica 13 e mercoledì 16 sono da considerarsi giorni di arrivo e partenza).
Le attività si svolgeranno all’interno del centro polifunzionale “Padre Pino Puglisi” nato tra le mura del palazzo confiscato all’ndrangheta e adesso ristrutturato grazie al contributo di Fondazione con il Sud, Fondazione Il Cuore si scioglie e  Enel Cuore. Lo stabile ospita ad oggi anche il Poliambulatorio di Emergency, terzo nodo del sistema “Programma Italia”, in cui si offrono cure e assistenza gratuite a indigenti e migranti, soprattutto braccianti agricoli della Piana di Gioia Tauro.  (leggi qui per approfondire).

Il centro sarà inaugurato ufficialmente proprio martedì 15 settembre, nel giorno del 22°anniversario dalla morte di Padre Pino Puglisi ucciso a Palermo il 15 settembre del 1993 per mano mafiosa. Sarà presente all’inaugurazione anche Don Luigi Ciotti, presidente di Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie.

Il World Camp 2015 “Fateci spazio!” è organizzato in collaborazione con Fondazione con il Sudassociazione multiculturale MammaluccoParrocchia Santa Maria Vergine di Polistena e agenzia LAMA.

Per partecipare al Camp è richiesto il versamento di una quota simbolica di 50 euro che comprende i costi di vitto e alloggio a Polistena. Per i partecipanti locali che non usufruiscono dell’alloggio la quota è di 25 euro.
Per iscriversi è necessario visitare il sito www.fatecispazio.it e compilare il form on line entro e non oltre il 23 agosto 2015 (le adesioni verranno accettate fino al raggiungimento di 50 iscritti).

Informazioni e programma dettagliato:
www.fatecispazio.it

Comunicazioni

Cammino di iniziazione alla vita cristiana

Orario Incontri di catechesi

Leggi tutto...

DAL 3 OTTOBRE IL CORSO DI PREPARAZIONE AL MATRIMONIO

Leggi tutto...

Notizia da AGENSIR

Servizio Civile Universale 2018 - Bando e Allegati

servizio civile universale

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Giorni Festivi Mattina:
ore 9:00 

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Feriali e Prefestivi:
ore 7:15 - 18.30

Giorni Festivi Mattina:
ore 7:00 - 10.00 - 11.30

Giorni Festivi Pomeriggio:
18.30

 
 



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.