Dic 28, 2020
In evidenza

GIORNATA MONDIALE DELLA PACE - 1 gennaio 2021 33esima Marcia della Pace di Capodanno in rete

Il  primo gennaio, solennità di Maria Santissima Madre di Dio, si celebrerà la 54^ Giornata mondiale per la Pace.

 

Papa Francesco ha voluto quest’anno darle come titolo La cultura della cura come percorso di pace, proponendo ai cristiani e a tutti gli uomini di buona volontà un percorso educativo che ci porti a coltivare: la cura come promozione della dignità e dei diritti della persona, la cura del bene comune. la cura mediante la solidarietà, la cura e la salvaguardia del creato. 

La nostra Parrocchia del Duomo cittadino, tramite l’Associazione IL Samaritano, ormai da  33 anni sostiene con entusiasmo e convinzione questa giornata con lo scopo di creare una cultura di pace a partire dal territorio della Piana di Gioia Tauro, dalle nostre cittadine  e dai nostri quartieri, dove spesso e volentieri la dignità e di diritti delle persone vengono calpestati e dove gli interessi personali, fomentati da corruzione e ndrangheta, prevalgono sul bene comune.

L’appuntamento clou della Giornata è stato da sempre la Marcia della Pace di Capodanno.

Dopo tanti anni, questo  tradizionale appuntamento, a causa delle norme di contenimento del Covid 19, non  potrà vedere  protagonista per le strade di Polistena il popolo della Pace  della Piana di Gioia Tauro.

Il che non significa che  si ferma il cammino quotidiano per promuovere pratiche di giustizia e di pace contro tutte le guerre e contro la violenza in ogni sua forma.

Per questa ragione si è pensato di  rinnovare il nostro  impegno anche quest'anno con la "33esima Marcia della Pace di Capodanno in rete". Un appuntamento collettivo sui social che vuole coinvolgere ogni generazione.

Nella giornata del 1 gennaio sulla pagina Fabebook "Parrocchia Santa Marina Vergine" si creerà una grande maratona della Pace, con la pubblicazione di  video di un minuto circa contenenti riflessioni – testimonianze sulla Pace.

Chiunque potrà partecipare alla maratona inviando il video al numero 320 6405678

Per sensibilizzare e condividere il più possibile il Messaggio di Papa Francesco per la Giornata è stata realizzata anche una cornice per tutte le foto profilo.

Ognuno è invitato ad inserire la cornice della Giornata Mondiale della Pace cliccando il seguente link: www.facebook.com/profilepicframes/?selected_overlay_id=392820795145628

La sera di Capodanno alle ore 18:00 nel Duomo della città il nostro Parroco don Pino Demasi presiederà la Solenne Concelebrazione Eucaristica per invocare il dono della Pace.

A seguire alle ore 19:00, il concerto UN CANTO PER LA PACE, a cura del Soprano Caterina Francese, del Tenore Francesco Anile e dell'organista Giuseppe Pucci, accompagnerà la lettura collettiva del Messaggio di Papa Francesco.

A conclusione verrà consegnata copia del messaggio del Papa ai Sindaci e alle autorità del comprensorio presenti.

Il tutto sarà trasmesso in diretta sulle pagine Facebook e YouTube della Parrocchia Santa Marina Vergine - Duomo di Polistena.

 

 

Comunicazioni

Marcia della Pace 2021

marcia della pace 2021

TIMETOCARE E' tempo di aver cura.

Graduatoria Curriculum Vitae Progetto Time To Care banner

 

La libertà non ha pizzo.

la liberta non ha pizzo

CANALE YOUTUBE

youtube duomopol

Emergenza coronavirus - Continua il Servizio di assistenza gratuita a chi si trova in difficoltà

Locandina azioni di solidarietaa 2

 

Notizia da AGENSIR

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Chiesa della Trinità

Sabato e prefestivi : ore  20.00

 

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Chiesa Matrice Santa Marina Vergine

Feriali:           ore 07.30  - 18.00

Sabato e  prefestivi:  ore 7.30 - 18.00

Festivi :          ore 07.30  - 09.00 - 10.00 - 11.30  - 18.00

 La messa delle 11.30 sarà trasmessa in diretta sulle pagine FB e sul canale Youtube "Parrocchia Santa Marina vergine- Duomo di Polistena"



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.