Dic 20, 2014

I giovani della parrocchia annunciano il Natale in piazza

Evangelizzare oggi non solo è possibile, ma è urgente; è anche forse il tempo più favorevole per farlo, portando il vangelo come ha fatto Gesù, là dove è nato: sulla strada.

I giovani della nostra Parrocchia, soprattutto la comunità capi del gruppo AGESCI Polistena 1, ci stanno provando da qualche tempo.. E  così Sabato notte si son presentati  ancora una volta in una Piazza della Repubblica stracolma di loro coetanei, sempre più attratti dalla chupiteria, e si son messi in gioco nell’annunciare il messaggio del Natale cristiano ai loro pari.

La nottata di evangelizzazione ha avuto inizio intorno alle ore 23 con la sistemazione in piazza della Luce di Betlemme e l’avvio di musiche natalizie. I giovani che transitavano per la piazza hanno potuto così iniziare a riflettere sul valore della nascita di Cristo come Luce che illumina il senso della loro vita. In questa riflessione sono stati aiutati dai giovani “evangelizzatori” attraverso l’annuncio del natale con le parole di papa Francesco ai giovani: “Dio ci ama, ci ama tanto che ha donato il suo Figlio come nostro fratello, come Luce nelle nostre tenebre”.

Un annuncio consegnato dai giovani della parrocchia in modo fraterno e non prevaricatore e per fare proseliti. La vera novità, infatti, è stata nello stile che i nostri ragazzi hanno adottato: non proclami di certezze, ma testimonianza di esperienze. Esperienze personali di un incontro con Cristo che cammina al fianco dei giovani, di ciascun giovane, anche di coloro che secondo la società sono già persi in partenza perché frequentatori di locali notturni. Forse che Gesù non camminava “lungo il mare di Galilea”, lungo quelle strade percorse dai giovani che cercavano il senso della propria vita?

In modo soft ma incisivo, l’esperienza evangelizzatrice ha saputo accostare diversi giovani che, grazie anche ad alcune foto scattate insieme ai pastori, i re magi e alla santa Famiglia di Nazaret, non hanno perso l’occasione di esprimere il loro pensiero sul senso del Natale nel dialogo e nel confronto.

La serata si è terminata con la recita comune di un Ave Maria che ha avuto seguito in sulle labbra e nei cuori dei giovani della strada, anzi della piazza.

Comunicazioni

Cammino di iniziazione alla vita cristiana

Orario Incontri di catechesi

Leggi tutto...

DAL 3 OTTOBRE IL CORSO DI PREPARAZIONE AL MATRIMONIO

Leggi tutto...

Notizia da AGENSIR

Servizio Civile Universale 2018 - Bando e Allegati

servizio civile universale

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Giorni Festivi Mattina:
ore 9:00 

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Feriali e Prefestivi:
ore 7:15 - 18.30

Giorni Festivi Mattina:
ore 7:00 - 10.00 - 11.30

Giorni Festivi Pomeriggio:
18.30

 
 



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.