Set 8, 2019

IL CAMPOSCUOLA DEI GIOVANISSIMI DELLA PARROCCHIA Santi e cittadini responsabili: a confronto con l'esperienza "torinese" di ieri e di oggi

“Chi siamo noi?” e “Chi sono per noi gli altri?”.

Dal 2 al 6 settembre scorso queste due domande ci hanno guidato e accompagnato in un'esperienza fondamentale per la nostra vita, all'insegna della formazione e del servizio.

 

Accompagnati da nostro parroco, don Pino Demasi, dal Seminarista della Parrocchia, Antonino Napoli e  dal nostro animatore Giuseppe, quest'anno la tappa del camposcuola ci ha portato nel capoluogo piemontese: una città ricca di storia e impegno, città di Santi e di operatori di pace e giustizia sociale.

Un'esperienza diversa da quelle degli scorsi anni: una settimana di riflessione e di servizio intensa.

Da San Giovanni Bosco e dal Valdocco all'esperienza di Casa Acmos, dal Cottolengo a Cascina Caccia, dall'impegno dei salesiani al lavoro degli operatori di strada a San Salvario, dalla storia della Fabbrica delle E e del Centro Commensale Binaria all'Arsenale della Pace, passando per tante testimonianze di impegno e tante azioni di servizio.

Una settimana, dunque, a riscoprire vecchie e nuove povertà attraverso le opere e le azioni dei Santi dell'800 e toccando con mano l'impegno quotidiano di tante e tanti ragazzi di oggi in favore degli ultimi della società.

Il camposcuola vissuto a Torino ci ha dato inoltre l'opportunità di confrontarci con Davide Mattiello della Fondazione Benvenuti in Italia. La testimonianza di Davide, già deputato e membro della Commissione Parlamentare Antimafia, ha scosso le nostre coscienze e ci ha stimolato ad un impegno sempre più costante e generoso.

I 5 giorni passati insieme a condividere il tempo, la stanchezza, le gioie e le curiosità ci hanno dato, inoltre, la possibilità di instaurare tra di noi i legami più forti e sani. Legami e relazioni che vogliamo donare alla nostra comunità mettendoci al servizio dei più deboli e di chi non ha possibilità.

Il percorso educativo-formativo continuerà durante il nuovo anno pastorale con altrettanti momenti di incontro, confronto e testimonianza capaci di scuotere le coscienze dei giovani affinché siano protagonisti reali della loro vita e del cambiamento della società.

Il gruppo giovanissimi della Parrocchia

 

Alessia, Angelo, Bruna, Christian, Cristian, Daria, Domenico, Francesca C., Francesca F., Francesca M., Francesco Fa., Francesco Fi., Francesco G., Gianmarco, Giuseppe, Luca, Luigi B., Luigi Z., Maria Elena, Matteo, Mattia, Riccardo, Vincenzo.

Comunicazioni

Servizio Civile Universale 2019 - Bando e Allegati

bando servizio civile Polistena 2019

Notizia da AGENSIR

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Chiesa della Trinità

Festivi :          ore 09.00

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Chiesa Matrice Santa Marina Vergine

Feriali:           ore 07.30  - 18.00

Prefestivi :     ore 18.00

Festivi :          ore 07.00  - 10.00 - 11.30 - 18.00



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.