Nov 11, 2013
In evidenza

Incontro di formazione per i genitori dei bambini dell'iniziazione Cristiana

Comunità Parrocchiale Santa Marina Vergine - Duomo di  POLISTENA - Ai genitori dei bambini  dell’Iniziazione cristiana

Carissimi, nel quadro degli incontri di formazione rivolti a voi genitori, ci incontreremo Domenica 24 novembre in Chiesa Matrice alle ore 16.15.

L’incontro è molto importante perché, all’inizio del nuovo anno liturgico, sarà presentato il cammino della nostra comunità per tutto l’anno liturgico ed in particolare per il periodo di Avvento – Natale.

Vi sto avvisando con notevole anticipo per dare la possibilità di organizzarvi e di  non mancare ambedue i genitori . I bambini possiamo lasciarli a casa.

I genitori dei bambini dell’ultimo anno, alla fine dell’incontro generale avranno un momento riservato a loro per comunicazioni inerenti l’organizzazione della celebrazione dei sacramenti.

Nell’attesa di incontrarci, vi ringrazio della collaborazione e vi invio fraterni saluti.

Polistena, 11 novembre 2013                                                                                                     

Don Pino

 

Comunicazioni

Festa del Perdono

11 e 12 dicembre

Leggi tutto...

AVVENTO SECONDA SETTIMANA

PER PREGARE IN FAMIGLIA

Leggi tutto...

Cammino di iniziazione alla vita cristiana

Orario Incontri di catechesi

Leggi tutto...

Notizia da AGENSIR

Servizio Civile Universale 2018 - Bando e Allegati

servizio civile universale

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Giorni Festivi Mattina:
ore 9:00 

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Feriali e Prefestivi:
ore 7:15 - 18.00

Giorni Festivi Mattina:
ore 7:00 - 10.00 - 11.30

Giorni Festivi Pomeriggio:
18.00

 
 



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.