Dic 28, 2018

MARCIA DELLA PACE di Capodanno - 1 gennaio 2019 - POLISTENA (RC)

Si mobilita  per la Pace  anche quest’anno, la comunità di Polistena e del comprensorio della Piana di Gioia Tauro. Tutto è pronto, infatti, per la tradizionale MARCIA DELLA PACE DI CAPODANNO

organizzata dall'Associazione “Il Samaritano” in collaborazione con la Parrocchia Santa Marina Vergine, Duomo della Città, con la Diocesi di Oppido – Palmi, il Centro Polifunzionale Padre Pino Puglisi, il coordinamento territoriale di Libera ed i ragazzi e le ragazze del Servizio Civile Nazionale della Parrocchia.

Una iniziativa che ogni anno intende calare nella realtà della Piana il messaggio del Papa.

Ed il tema del messaggio di quest’anno, “La buona politica è al servizio della Pace”, è abbastanza provocatorio e di grande attualità per il Paese e soprattutto per il nostro territorio. Un territorio oppresso dalla mala politica, che ha prodotto corruzione, mafie, mancanza di lavoro ed emigrazione forzata dei nostri giovani e che quindi ha bisogno veramente di una buona politica al servizio del bene comune, della dignità delle persone, del lavoro e dello sviluppo.

In questo senso la Marcia intende scuotere dal sonno non solo e non tanto i politici, ma tutti i cittadini. Un impegno globale per costruire comunità di Pace fondate sull'umanità delle relazioni, sulla responsabilità, sul bene comune e sulla custodia del creato.

Camminare insieme non solo il primo dell’anno, ma ogni giorno per promuovere pratiche di Pace.

La Marcia, prenderà il via dalla Chiesa della SS. Trinità alle ore 18:15, con il saluto di don Pino Demasi  e si snoderà poi per le vie del centro storico cittadino con alcune soste di riflessione.  La conclusione, per invocare il dono della Pace dal Dio della Pace, nel Duomo della città, con la Solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Mons. Francesco Milito, vescovo della Diocesi.

Nell’ambito della Marcia  viene proposto ai giovani  dai 14 ai 30 anni il concorso fotografico “Raccontateci la vostra Marcia della Pace”. Attraverso un selfie di gruppo si dovrà documentare la Marcia, scegliendo posa, scenario, colori che descrivano al meglio il messaggio di Pace e il tema dell'iniziativa.

Alla manifestazione hanno già dato adesione l'Amministrazione Comunale di Polistena, i sindaci del comprensorio, le comunità parrocchiali, le Istituzioni e tutto il mondo dell'Associazionismo e del volontariato.

Marcia della Pace Polistena 2018

Polistena, 28.12.2018

Per informazioni ed  adesioni

Don Pino Demasi

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tel. 3389687541

Comunicazioni

Cammino di iniziazione alla vita cristiana

Orario Incontri di catechesi

Leggi tutto...

Scarica il Sussidio per la Quaresima 2019

sussidio quaresima 2019

Lectio Divina

Lectio Divina Duomo Polistena

Comunità Parrocchiale S. Marina V. Polistena

LECTIO MENSILE (ore 21.00)
guidata da Suor Michela Refatto

 IN CAMMINO
SULLE ORME DI ABRAMO E SARA

 

   31 gennaio
Vattene Abram verso la terra  che ti indicherò

22 febbraio
L’Alleanza:  una promessa solenne di Dio

29 marzo
Il Signore ha udito il lamento di Agar

9 maggio
Il sorriso di Dio per Sara

6 giugno
Sul monte il Signore si fa vedere

 

Catechesi 2019

Parr S Marina Flyer Catechesi 2019

Notizia da AGENSIR

Servizio Civile Universale 2018 - Bando e Allegati

servizio civile universale

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Chiesa della Trinità

Giorni Festivi Mattina:

 ore 9:00

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Chiesa Matrice Santa Marina Vergine

Feriali:           ore 07.30 

Prefestivi :     ore 18.00

Festivi :          ore 07.00  - 10.00 - 11.30 - 18.00



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.