Mar 12, 2019

Nuovo Calendario delle FESTE RELIGIOSE

Le feste religiose sono momento importante della vita religiosa di una comunità e vanno vissute come autentiche celebrazioni di fede incentrate nel mistero di Cristo.

E’ importante, pertanto, orientarle verso la liturgia che è “il culmine verso cui tende tutta l’azione della Chiesa e, insieme, la fonte da cui promana la sua virtù” (Sacrosanctum Concilium,10), a partire già dal rispetto della data del calendario liturgico.

Nella nostra Chiesa particolare di Oppido- Palmi è stato effettuato in merito, un lavoro sinodale che ha portato alla pubblicazione del documento “Dalla Liberazione alla Comunione. Principi e Norme su feste e processioni nella Diocesi di Oppido Mamertina – Palmi”.

Alla pubblicazione del Documento ha fatto seguito un triennio di sperimentazione e di lavoro altrettanto sinodale, che ha portato alla pubblicazione del calendario definitivo delle Feste, che, per quanto riguarda la nostra Parrocchia, è il seguente, già da quest’anno:

• MARIA SS. DELLA CATENA              
24 MAGGIO

• MARIA SANTISSIMA DELL’ITRIA   
SECONDO SABATO DI LUGLIO

• SANTA MARINA VERGINE               
17 LUGLIO

• SAN ROCCO                                     
16 AGOSTO

 

Polistena 10 marzo 2019 – Prima Domenica di Quaresima


IL PARROCO
Sac. Giuseppe Demasi

                                                             

Comunicazioni

Servizio Civile Universale 2019 - Bando e Allegati

bando servizio civile Polistena 2019

Notizia da AGENSIR

Servizio Taxi Sociale chiama il 3206405678

diamo vita ai giorni

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Chiesa della Trinità

Festivi :          ore 09.00

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Chiesa Matrice Santa Marina Vergine

Feriali:           ore 07.30  - 18.00

Prefestivi :     ore 18.00

Festivi :          ore 07.00  - 10.00 - 11.30 - 18.00



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.