Ott 3, 2016

Pellegrini alla tomba di Pietro

Il nuovo anno pastorale nella nostra Parrocchia è ufficialmente iniziato con il Pellegrinaggio giubilare alla tomba di Pietro.

Come ha ricordato papa Francesco nella bolla di indizione dell’anno giubilare “Misericordiae Vultus”: “il pellegrinaggio è un segno peculiare nell’Anno Santo, perché è icona del cammino che ogni persona compie nella sua esistenza. La vita è un pellegrinaggio e l’essere umano è viator, un pellegrino che percorre una strada fino alla meta agognata. Anche per raggiungere la Porta Santa a Roma e in ogni altro luogo, ognuno dovrà compiere, secondo le proprie forze, un pellegrinaggio. Esso sarà un segno del fatto che anche la misericordia è una meta da raggiungere e che richiede impegno e sacrificio. Il pellegrinaggio, quindi, sia stimolo alla conversione: attraversando la Porta Santa ci lasceremo abbracciare dalla misericordia di Dio e ci impegneremo ad essere misericordiosi con gli altri come il Padre lo è con noi”.

50  persone , rappresentative di ogni  realtà parrocchiale, lunedì 27 settembre siamo partiti alla volta di Roma, con prima sosta a Pompei , dove il Parroco ha presieduto l’Eucarestia  nella Basilica- Santuario dedicata alla Beata Vergine del Rosario di Pompei. Nel pomeriggio ripartenza per Roma con sosta per la recita del Santo Rosario al Santuario del Divino Amore.

Mercoledì 29 il mattino è stato dedicato alla partecipazione all’udienza giubilare con papa Francesco in piazza San Pietro. E quindi alla visita delle Basiliche di San Paolo Fuori le Mura, San Giovanni in Laterano e Santa Maria Maggiore.

Alle 15 in punta tutti in fila nei pressi di Castel  Sant’Angelo per il pellegrinaggio alla Porta Santa della Basilica di San Pietro. Un’esperienza di preghiera, di riflessione e soprattutto di contemplazione del mistero della misericordia, guidati dall’esempio di Maria, nella sosta  all’altezza della Chiesa di Santa Maria in Traspontina  e dai Santi in cima al colonnato del Bernini che ci hanno ricordato ancora una volta il dovere di saldare il cielo con la terra.

pellegrini porta di pietro2L’ultimo giorno dedicato all’arte con la visita della Reggia di Caserta.

Un evento, questo del Giubileo parrocchiale, che certamente ha inciso sulla vita interiore dei partecipanti, ma che ha permesso anche al gruppo di vivere una esperienza forte di vita comunitaria capace di  lasciare  certamente il segno nella vita relazionale della comunità parrocchiale.



Comunicazioni

Notizia da AGENSIR

Servizio Civile 2017 - Bando e Allegati

servizio civile 2017 parrocchia sm vergine polistena

8xmille

AgenSIR

Servizio Informazione Religiosa

ORARIO MESSE - Chiesa Madonna della Catena

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Giorni Festivi

ore 09.00

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Feriali e Prefestivi:
ore 7:15 - 19.00

Giorni Festivi Mattina:
ore 7:00 - 10.00 - 11.30

Giorni Festivi Pomeriggio:
19.00

 
 



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.