Apr 12, 2015

Un mondo insieme è possibile. Molto partecipata la Fiaccolata della Piana per l'autismo

POLISTENA - Emozioni forti per tante famiglie che, in massa, hanno partecipato alla seconda edizione della Fiaccolata della Piana per l'autismo. Una serie di attività nell'ambito di una gran bella iniziativa, grazie all'impegno e alla dedizione del coordinamento regionale TMA (Terapia Multisitemica in acqua) Metodo Maietta, in collaborazione con i Vigili del Fuoco, per far vivere alla città un pomeriggio di festa, di riflessione, di condivisione e di sensibilizzazione.


Al fianco degli organizzatori, don Pino Demasi, suor Angela Paglione, gli scout del gruppo "Polistena 1", i soci della Società Mutuo Soccorso "Fede e Lavoro" di Polistena, il gruppo Protezione Civile di Cittanova, i sindaci della Piana rappresentati dai primi cittadini di Polistena(Michele Tripodi),  Melicucco(Francesco Nicolaci), Cittanova(Francesco Cosentino).

 

Nel pomeriggio, tanti i bambini, accompagnati dai loro genitori, che hanno gremito la caserma di via Montegrappa del distaccamento di Polistena dei Vigili del Fuoco, ricevendo una gran bella accoglienza da parte del personale tutto guidato da Alfredo Giannotta e Francesco Giovinazzo, nonché dal personale del nucleo SAF(Speleo Alpino Fluviale), del Comando provinciale e dell'Associazione Nazionale Vigili del Fuoco. In un pomeriggio di inclusione sociale, i bambini, autistici e non, si sono cimentati in un emozionante percorso sul piazzale della caserma, accompagnati dai Vigili del Fuoco. Tanti i giochi di intrattenimento con tanto di personaggi di Walt Disney.

 

In azione gli specialisti del SAF che hanno anche simulato una serie di operazioni di salvataggio. Per la dottoressa Angela Foti, coordinatrice regionale della Terapia Multisitemica in acqua - Metodo Maietta, "ciò che fa la differenza è il principio che di fronte ai bisogni e alle esigenze delle persone che vivono quotidianamente enormi disagi e difficoltà, non ci sono barriere mentali che tengano. Avere con noi tante persone, seppur distanti per idee, opinioni e interessi, è quanto di meglio potevamo sperare e siamo davvero Insieme per l'Autismo. Per cui adesso rimbocchiamoci le maniche, dimostriamo che un mondo insieme è possibile".

 

Il sindaco Michele Tripodi si è augurato che simili momenti possano scuotere le coscienze ma anche le Istituzioni in modo da stare tutti, attraverso l'integrazione sociale, vicini a chi soffre. Candele in mano, palloncino blu e braccialetto blu al polso(il colore blu simbolo della giornata in quanto tinta enigmatica che risveglia il desiderio di conoscenza e di sicurezza), in tanti, hanno dato vita alla Fiaccolata per le vie principali della città. Dal distaccamento dei Vigili del Fuoco è partito il corteo con in testa i bambini autistici che reggevano lo striscione con su scritto "Accendi una luce blu per abbattere il muro del silenzio".

 

La Fiaccolata della Piana per l'autismo si è conclusa nel Duomo cittadino dove don Pino Demasi, prima di impartire la benedizione ai bambini, ai ragazzi e a tutte le famiglie presenti, ha affermato: "Illuminare di blu anche la facciata della chiesa, significa attenzione e vicinanza della città verso le persone autistiche e le loro famiglie. Parliamo di persone che hanno un modo diverso di esprimersi. Dobbiamo essere capaci di dialogare con loro, in quanto ogni persona, anche nella diversità, è portatrice di valori. E' possibile camminare insieme nella fraternità".

Attilio Sergio

Comunicazioni

Agnese Moro incontra i nostri giovanissimi e giovani

Mercoledì 25 aprile alle ore 19.30 , nei locali del Centro di aggregazione Luigi Marafioti

Leggi tutto...

Tutti x Tutti - Incontro formativo

Sovvenire Polistena

Notizia da AGENSIR

Festa Maria SS.ma della Catena

MADONNA CATENA 2018 min

Servizio Civile 2017 - Bando e Allegati

servizio civile 2017 parrocchia sm vergine polistena

8xmille

ORARIO MESSE - Chiesa della Trinità

Giorni Festivi

ore 09.00

ORARIO MESSE - Chiesa Matrice S. Marina Vergine

 

Feriali e Prefestivi:
ore 7:15 - 19.00

Giorni Festivi Mattina:
ore 7:00 - 10.00 - 11.30

Giorni Festivi Pomeriggio:
19.00

 
 



Il vero esilio per gli Ebrei, affermava don Tonino Bello, si ebbe quando essi cominciarono a sopportarlo. Una frase che resettata ad oggi suonerebbe: "L'esilio della coscienza civile di un Paese si ha quando i cittadini cominciano a sopportarlo”. Con un po’ di storia, intelligenza e umanità intendiamo provare, facendo fino in fondo la nostra parte, a dissipare quest’ombra, lasciando nuove tracce. Con in mano e nel cuore il Vangelo di Gesù Cristo e la Costituzione repubblicana del nostro Paese, come comunità cristiana intendiamo impegnarci a condurre una lotta non violenta accanto a chi, immigrato irregolare, indigente, precario, disoccupato, indifeso, muore di troppo lavoro, di poca sicurezza, di assenza di diritti, di mancanza di tutele sociali, di mafia.